domenica 15 settembre 2019

ASSENZA E PRESENZA

#sonolavoce

Cari lettori e care lettrici, come avrete notato da circa due mesi non pubblico più nulla, la mia passione ovviamente non è scemàta, però ho trascorso tutto questo periodo a letto travolta da forti nausee, interminabili mal di testa e fastidi di ogni genere. 
Nulla di preoccupante soltanto...






Ero sola,
ora non più,
all'improvviso arrivasti tu,
in un pomeriggio di Sole 
fra rose e viole.
Ero sola, ma ora non più. 
nel mio grembo c'è un battito in più.  







Angela De Luca.


venerdì 19 luglio 2019

OGGI CON VOI

#sonolavoce



Buongiorno cari lettori e lettrici, 
Stamani mi è balzata alla mente quest' idea (speriamo sia da voi gradita) per portare un po' di aria nuova al blog: oggi voglio essere la VOCE di me stessa, ed ascoltare le vostre, di VOCI.

Ho deciso quindi di iniziare questa piccola rubrica ed affrontare con voi varie tematiche, dalle più profonde, classiche, filosofiche a quelle più leggere e goliardiche.

Aspetto quindi di leggere  le vostre opinioni, confrontarci, scambiarci pareri e se saremo fortunati, imparare qualcosa di nuovo.

Il tema per questo primo appuntamento è:

Il libro (o i libri) che più vi ha colpito e perché.

Incomincio io:

-Il Piccolo Principe.
fa parte dei primi libri che lessi da bambina e che mi colpii profondamente.
In un' analisi successiva e più matura, avvenuta un paio di riletture più tardi, la questione che mi sorprese e mi sorprende tutt'ora di questo capolavoro è che il significato delle parole cambiano, cambiano continuamente ogni volta che lo si ripesca e sfoglia; l'esperienza, l'età, i sentimenti che si provano in quel momento fanno avere nuovo significato alle parole di 
Antoine de Saint-Exupéry, creando quasi nuovi racconti e nuove esperienze del piccolo viaggiatore.
Un libro per bambini, per grandi, per la vita, e se letto con cura, una panacea per tutta la vita.






Ne ho ancora altri nel cuore che mi sono rimasti particolarmente impressi nell'animo e che magari scriverò in un altro momento, ma ora raccontatemi di voi.

A presto!


Angela De Luca







i diritti delle immagini appartengo ai rispettivi proprietari

lunedì 24 giugno 2019

#sonolavoce


Ci risiamo, nuovo solstizio,stessa tragedia,stesse sofferenze, nuove vittime.
Yulin è tornato, il festival della carne di cane è ricominicato.








Cani randagi e di famiglia (tanti di loro infatti hanno ancora indosso il collare) vengono rubati con violenza ed in seguito ammassati  20, 30 alla volta in piccole gabbiette, musi legati con delle corde per evitare che si azzannino tra loro, dove inevitabilmente si feriscono e lasciati in balia di se stessi, fino al momento vero e proprio dell' orrore.




Gli animali giungono, dopo un lungo viaggio (qualcuno per fortuna muore prima) alle macellerie che presenzieranno al Festival, e da qui in poi, a chi non viene salvato dai vari volontari APA ed altri angeli si augura una morte il più veloce possibile.


Primo atto: i cani vengono scelti dai clienti e bastonati affinché la loro carne rimanga tenera.






Secondo atto: i cani dopo i colpi subiti vengono scuoiati e bolliti ancora vivi, perché sempre secondo la tradizione popolare le carni sono più morbide 




Atto terzo:


















Per fortuna ogni anno tantissimi volontari si recano al festival e cercano di salvarne i più possibili, portandoli in strutture protette dove ricevono ogni genere di soccorso ed aiuto, alcuni non sopravviveranno, altri aspettano una famiglia. 
Magari aspettano te.

La civiltà di un popolo si misura dal modo in cui tratta gli animali” (M. Gandhi)

Angela De Luca.






domenica 26 maggio 2019

Il dolce soffio del vento tra i capelli

#sonolavoce






آزادی یواشکی زنان در ایرانMy Stealthy Freedom

Oggi vi voglio far conoscere loro: fantastiche ragazze e donne che combattono ogni giorno, rischiando di essere arrestate, picchiate, insultate, sfigurate con l'acido, per la sola accusa di
voler essere libere, di ripudiare quel regime che le costringe ad essere inferiori, nullificate, quell' involuzione che le ha obbligate a coprirsi i capelli, che giustifica un qualsiasi uomo ad agire anche in maniera violenta contro quella donna che commette haram lasciando che la chioma venga baciata dalla luce del Sole.






Angela De Luca

martedì 21 maggio 2019

D'Uva (5 stelle) "grande" uomo che insegna alle donne ad usare coppette ed assorbenti lavabili

#sonolavoce






L'apoteosi dell'ignoranza mista al maschilismo ed arroganza? Signori e signore ha un nome ed un cognome, Francesco D'Uva (capogruppo M5S camera dei deputati)

O forse mi sbaglio io? D'Uva forse è dotato di straordinari super poteri e pur essendo nato maschio (uomo in questo caso mi sembra un po' troppo) conosce molto bene la biologia femminile? Conosce molto bene il funzionamento delle mestruazioni ed è qua per darci un suggerimento a noi donne, che d'altronde cosa ne possiamo capire noi, del nostro corpo? Io capisco che siamo tutti esseri umani e che semel in anno licet insanire, ma qui mi sembra si stia proprio deviando.

Lei la barba come se la cura? Con pietre acuminate? La sua macchina è diesel o benzina? Il deretano con cosa lo pulisce? I libri sui quali avrebbe dovuto studiare durante il periodo scolastico (mi sembra evidente che non sia successo) erano fatti di quale materiale lavabile? Il profilattico che magari ha usato/usa (non che il mio interesse sia la sua attività) è per caso composto da budella di maiale o agnello? Sa, è molto inquinante.

Ma soprattutto, con quale faccia si permette di arrogarsi il diritto di decidere o meno del corpo delle donne?

Peccato non sia come gli assorbenti lavabili anche il suo cervello... forse avremmo potuto sperare.




Angela De Luca.

domenica 12 maggio 2019

Mamma

#sonolavoce




Mamma grazie,
grazie per aver lottato per me 11 anni,
grazie per esserti svegliata ogni giorno, tra visite, colloqui, con la speranza che presto ci saremmo
incontrate,
grazie per non esserti mai arresa, nonostante loro,
grazie per quel lontano 23 dicembre,
grazie per avermi dato più della vita, mi hai dato un motivo per viverla, uno scopo,
grazie per i no che mi hanno aiutata a crescere,
grazie per non avermi mai fatto sentire diversa fra tutti,
grazie per aver asciugato ogni mia lacrima, per aver sorriso insieme,
grazie per le canzoni urlate a squarciagola,
grazie per i consigli,
grazie per le confidenze,
grazie per amarmi,
grazie per avermi dato una casa calda, del cibo, dei vestiti, dell'amore quando senza di te e papà non avrei avuto nulla di tutto ciò,
grazie per avermi dato un padre pronto a proteggermi e che mi ama più della mia vita,
grazie per avermi dato una nonna meravigliosa.
Grazie per esserti innamorata di me quel giorno di pioggia.
Grazie mamma,
Ti amo, la tua bambina






martedì 30 aprile 2019

Intervista a: SONO LA VOCE

#sonolavoce

Ecco a voi il link:
Intervista da parte di "Tutto il calcio blog"




Infinitamente grazie di quest'opportunità e preziosa esperienza!
AugurandoVi di continuare il Vostro splendido lavoro al meglio!

Angela De Luca